Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Petrografia applicata

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: a finalita di questo Corso e fornire le conoscenze di base ed applicative sulle rocce sedimentarie che, com'e noto, rappresentano la stragrande maggioranza delle rocce affioranti in natura e delle rocce utilizzate nelle diverse attivita produttive. Si propone di fornire gli strumenti teorico-pratici necessari al riconoscimento macroscopico e microscopico dei principali tipi di rocce sedimentarie, nonche allo studio e all'interpretazione delle loro caratteristiche ai fini della loro applicazione in campo professionale ed industriale. Gli obiettivi formativi sono finalizzati agli studenti di tutti i curricola della Laurea in Scienze della Terra.
Prerequisiti: Concetti base di dinamica della crosta terrestre.
Chimica degli elementi costituenti le rocce.
Principali famiglie di minerali costituenti le rocce.
Principi di ottica mineralogica.
Contenuti: Proprieta tessiturali delle rocce sedimentarie (distribuzioni dimensionali, forma e rotondita delle particelle, porosita, permeabilita) in relazione agli ambienti genetici, deposizionali e post-deposizionali.
Ghiaie e conglomerati: genesi e classificazione. Sabbie e arenarie: composizione, provenienza, trasporto, maturita composizionale e tessiturale, petrogenesi. Argille: genesi e natura dei minerali argillosi, tras
Riferimenti bibliografici/Testi: dispense del Docente
F.J. Pettijohn (1975) Sedimentary Rocks. Harper and Row, New York, 628 p.
Modalita' Didattica:
Lezioni frontali
Tipo di Esame:
Esame finale
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2014
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
http://www.unife.it/scienze/lm.geologia/insegnamenti/petrografia-applicata
Corsi di laurea:
SCIENZE GEOLOGICHE, GEORISORSE E TERRITORIO

Petrografia per i beni culturali

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Definizione di minerale. Proprieta fisiche, stabilita ed alterazione dei minerali. Elementi di
cristallochimica e cristallografia. Mineralogia sistematica: classificazione; i principali minerali di
interesse nel campo dei beni Culturali. rocce utilizzate in epoca preistorica: selci, ossidiane, eclogiti e pietre ollari. Cenni su geomateriali utilizzati nei Beni Culturali in
epoca pre-industriale per la produzione di vetro, ceramiche, leghe e metalli. Ottica mineralogica:principi ed esercitazioni pratiche di riconoscimento dei principali minerali al microscopio in luce
trasmessa
Prerequisiti: conoscenza di fisica, chimica e petrografia
Contenuti: Conoscenze di base di mineralogia e petrografia e fornire la capacita di classificare le rocce utilizzate nei beni culturali e monumentali. Far acquisire conoscenze sulle materie prime utilizzate come materiali lapidei ornamentali e nell'industria ceramica. Analisi delle tecniche pittoriche, e maturare competenze per lo studio dei leganti e dei pigmenti pittorici. Analisi delle principali realta italiane e individuazione delle aree di approvvigionamento. degrado delle pietre naturali, individuazione dei prodotti e le cause, la programmazione di metodologie di protezione. criteri di Caratterizzazione per la ceramica e la ricostruzione delle tecnologie di produzione. Problematiche connesse con i materiali in cemento
Riferimenti bibliografici/Testi: Le malte antiche e moderne tra tradizione e innovazione a cura di Pechioni, Frantini e Cantisani. Paron editore
L. LAZZARINI, F. ANTONELLI, La determinazione dell'origine delle pietre e dei marmi in
antico. In: L. Lazzarini (a cura di), Pietre e marmi antichi. Cedam, Padova, 2004, pp. 55-63.
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
orale
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2014
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
SCIENZE E TECNOLOGIE PER I BENI CULTURALI

Archeopetrografia

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: conoscenza delle caratteristiche strutturali e tessiturali delle rocce utilizzate dalla preistoria al rinascimento. Preparare esperti che sono in grado di analizzare il comportamento la lavorabilita delle rocce. Competenza sulle metodologie di analisi e riconoscimento della composizione delle rocce. Competenze sulle tecniche di lavorazione ricostrutite attraverso l'analisi dei materiali con metodi petrografici
Prerequisiti: Avere conoscenze di mineralogia e petrografia applicata, oltre che le basi della chimica
Contenuti: Principi di mineralogia e petrografia applicata, classificazione dei minerali, rocce magmatiche o ignee, composizione chimica e mineralogica delle rocce magmatiche e criteri di classificazione di streckeisen (1967), rocce sedimentarie, rocce metamorfiche. Caratteri petrografici delle selci, descrizione degli ambienti di deposizione delle radiolariti e profondita di compensazione dei carbonati (CCD carbonate compensation depth). Utilizzo per l'industria litica di rocce magmatiche filoniane acide, criteri petrologici per la loro caratterizzazione. Ossidiane e distribuzione nell'area mediterranea. Rocce metamorfiche utilizzate in preistoria: pietra ollare, vene di quarzo per l'industria litica e eclogiti nei corredi funebri. Segnacoli tombali: il caso di spina. Metodologie analitiche (metodi cromatografici, microscopia ottica, metodi fisici, spettroscopia atomica, spettrofotometria in riflessione, spettroscopia di fluorescenza, diffrattometria a raggi x da polveri (xrdp), microscopia elettronica a scansione (sem) ed analisi puntuali in microsonda a dispersione di energia
Riferimenti bibliografici/Testi: Le scienze della terra e l''archeometria
di D''Amico Claudio, Livadie Claude A.

Archaeological chemistry A. M. Pollard, Carl Heron - 2008 - Social Science
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
orale
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2014
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
QUATERNARIO, PREISTORIA E ARCHEOLOGIA

Petroarcheometria

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: conoscenza delle caratteristiche strutturali e tessiturali delle rocce utilizzate dalla preistoria al rinascimento. Preparare esperti che sono in grado di analizzare il comportamento la lavorabilita delle rocce. Competenza sulle metodologie di analisi e riconoscimento della composizione delle rocce. Competenze sulle tecniche di lavorazione ricostrutite attraverso l''analisi dei materiali con metodi petrografici
Prerequisiti: Conoscenze di chimica, fisica, mineralogia e petrografia.
Contenuti: Principi di mineralogia e petrografia applicata, classificazione dei minerali, rocce magmatiche o ignee, composizione chimica e mineralogica delle rocce magmatiche e criteri di classificazione di streckeisen (1967), rocce sedimentarie, rocce metamorfiche. Caratteri petrografici delle selci, descrizione degli ambienti di deposizione delle radiolariti e profondita di compensazione dei carbonati (CCD carbonate compensation depth). Utilizzo per l''industria litica di rocce magmatiche filoniane acide, criteri petrologici per la loro caratterizzazione. Ossidiane e distribuzione nell''area mediterranea. Rocce metamorfiche utilizzate in preistoria: pietra ollare, vene di quarzo per l''industria litica e eclogiti nei corredi funebri. Segnacoli tombali: il caso di spina. Metodologie analitiche (metodi cromatografici, microscopia ottica, metodi fisici, spettroscopia atomica, spettrofotometria in riflessione, spettroscopia di fluorescenza, diffrattometria a raggi x da polveri (xrdp), microscopia elettronica a scansione (sem) ed analisi puntuali in microsonda a dispersione di energia
Riferimenti bibliografici/Testi: Le scienze della terra e l''archeometria
di D''Amico Claudio, Livadie Claude A.

Archaeological chemistry A. M. Pollard, Carl Heron - 2008 - Social Science
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
Orale
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2013
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
QUATERNARIO, PREISTORIA E ARCHEOLOGIA

Mineralogia e petrografia per l'ambiente ed i beni culturali

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Conoscenze di base di mineralogia e petrografia e fornire la capacita di classificare le rocce utilizzate nei beni culturali e monumentali. Far acquisire conoscenze sulle materie prime utilizzate come materiali lapidei ornamentali e nell'industria ceramica. Analisi delle tecniche pittoriche, e maturare competenze per lo studio dei leganti e dei pigmenti pittorici. Conoscenze delle problematiche connesse al campionamento dei geomateriali. Far acquisire competenze per affrontare le problematiche stroriche e conservativa dei beni culturali. Affrontare le problematiche di degrado dei geomateriali identificandone sia i prodotti che le cause responsabili e di programmare i metodi di protezione e pulitura. Criteri di caratterizzazione dei materiali ceramici e ricostruzione delle tecnologia di produzione
Prerequisiti: Conoscenze di chimica e fisica.
Contenuti: Principi di mineralogia e petrografia applicata, classificazione dei minerali, rocce magmatiche o ignee, composizione chimica e mineralogica delle rocce magmatiche e criteri di classificazione di streckeisen (1967), rocce sedimentarie, rocce metamorfiche. Caratteri petrografici delle selci, descrizione degli ambienti di deposizione delle radiolariti e profondita di compensazione dei carbonati (CCD carbonate compensation depth). Utilizzo per l'industria litica di rocce magmatiche filoniane acide, criteri petrologici per la loro caratterizzazione. Ossidiane e distribuzione nell'area mediterranea. Rocce metamorfiche utilizzate in preistoria: pietra ollare, vene di quarzo per l'industria litica e eclogiti nei corredi funebri. Segnacoli tombali: il caso di spina. Metodologie analitiche (metodi cromatografici, microscopia ottica, metodi fisici, spettroscopia atomica, spettrofotometria in riflessione, spettroscopia di fluorescenza, diffrattometria a raggi x da polveri (xrdp), microscopia elettronica a scansione (sem) ed analisi puntuali in microsonda a dispersione di energia
Riferimenti bibliografici/Testi: Dispense del docente
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
esami orali
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2011
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
SCIENZE DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI

Costruzioni in pietra (modulo: Elementi di petrografia)

Modulo Generico

Obiettivi formativi: Il corso e finalizzato a formare negli studenti del quinto anno della facolta di architettura una consapevolezza critica sull'impiego dei materiali lapidei all'interno del progetto contemporaneo paesaggistico-ambientale, d'architettura, d'allestimento d'interni e di design. La conoscenza delle tecniche d'impiego della pietra unitamente agli aspetti produttivi legati al ciclo di trasformazione attuale di tale materiale, i modi di lavorazione e di trattamento dei prodotti lapidei, sono i temi portanti dell'offerta formativa di base. Il corso di Costruzioni in Pietra sara strutturato attraverso l'integrazione di attivita formali (lectures, comunicazioni in aula) ed informali (visite guidate e stage in aziende, incontri e confronti) a cui si aggiungera un workshop progettuale conclusivo.
Prerequisiti: Nessuno
Contenuti: Il corso di Costruzioni in Pietra si incentrera fondamentalmente sul workshop progettuale focalizzato sul tema dell'Exhibit Design.
Il progetto di spazi espositivi e divenuto operazione strategica per comunicare in modo moderno ogni tipo di prodotto e passaggio obbligato per la sua efficace commercializzazione.
In particolare i materiali litici, come materiali naturali, grazie alle loro riconosciute potenzialita tecnico espressive si prestano ad essere sperimentati nel progetto espositivo in fiere, show-room e mostre. Il tema del corso consistera quindi nel progetto di uno stand o di uno spazio espositivo "aperto" da costruire all'interno di un padiglione fieristico o su un'area esterna ad esso integrata. Il carattere temporaneo della costruzione potra stimolare una ricerca sperimentale piu spinta e approfondita riguardo agli aspetti tecnico-costruttivi e formali dell'applicazione dei materiali litici nell'architettura.
Questo tema di esercitazione consentira di scegliere fra le molteplici opzioni della progettazione litica: murature portanti e strutture verticali, rivestimenti a spessore e sottili, piani orizzontali e oggetti di design litico.
L'attivita progettuale sara affiancata da attivita formali - quali comunicazioni in aula dei docenti e lecture dei visiting teachers - ed informali, connesse a visite guidate e confronti con operatori specializzati in aziende di settore.
Gli elaborati di progetto - composti da tre tavole in formato 100x70 accompagnate dal plastico - degli studenti saranno esposti nell'autunno del 2010 in una mostra presso la 45? Marmomacc (Mostra Internazionale di Marmi, Design e Tecnologie) di Verona Fiere, nella speciale mostra culturale dedicata a didattica e formazione.
Riferimenti bibliografici/Testi: Alfonso Acocella, L'architettura di pietra, Firenze (Alinea-Lucense, 2004)

Alfonso Acocella, Stone Architecture (Milano, Skira, 2006)

Vincenzo Pavan (a cura di), Collana Premio Architetture di Pietra (Marmomacc - Verona Fiere, 1987- 2009)
Modalita' Didattica:
Lezioni teoriche/esercitazioni.
Tipo di Esame:
Esame scritto/orale.
Crediti Formativi:
8
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2011
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
ARCHITETTURA

Metodologie petrografiche per la salvaguardia del patrimonio

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Il corso ha lo scopo di fornire agli studenti le conoscenze di base sui principali geomateriali e sulle loro caratteristiche petrofisiche facendo acquisire conoscenze relative ai diversi materiali lapidei utilizzati nell'edilizia, alle varie forme di degrado e agli interventi necessari per pulire, conservare e proteggere i materiali lapidei utilizzati per scopi ornamentali. Le conoscenze acquisite saranno finalizzate alla caratterizzazione anche dei geomateriali utilizzati per la produzione di materiali artificiali impiegati sia in manufatti di interesse storico-archeologico che nell'industria moderna, quali ceramiche, vetri, bronzi, cementi e malte, e ai criteri per il recupero ambientale delle aree interessate da attivita estrattiva.
Si propone inoltre di fornire le conoscenze di base relative alle attivita di cava e al razionale ripristino ambientale ed inserimento territoriale di queste.
Prerequisiti: Avere conoscenze di base per mineralogia, petrografia e chimica
Contenuti: In questo corso vengono indagate e descritte le caratteristiche dei geomateriali di interesse applicativo storico e industriale, quali per esempio:
le rocce ornamentali di interesse estrattivo; le materie prime per l'edilizia (cementi, malte, laterizi, ecc.); i minerali e le rocce per l'agricoltura; i materiali ceramici tradizionali e innovativi; i materiali per altri usi.
Il corso illustra inoltre quali siano le principali cause di degrado di questi materiali, come si debba intervenire per pulire e consolidare superfici lapidee interessate da fenomeni di degrado.
Viene infine affrontato il problema della salvaguardia ambientale delle aree estrattive, territori sacrificati da una intensa presenza di siti e diventati spesso discariche dopo l'abbandono, che possono divenire percorsi naturalistici di grande pregio il cui valore aggiunto e offerto dai fronti di cava in cui affiorano rocce di grande pregio estetico.
Riferimenti bibliografici/Testi: Dispense del docente ed eventuali approfondimenti su espressa richiesta dello studente
Modalita' Didattica:
lezioni teoriche e laboratori
Tipo di Esame:
prova orale
Crediti Formativi:
3
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2011
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
SCIENZE DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI

C.i petrografia applicata ai beni culturali + laboratorio di petrografia

Attivita formativa integrata

Obiettivi formativi: Esercitazioni pratiche per la classificazione delle rocce sedimentarie, magmatiche e metamorfiche. Studio e all'interpretazione delle loro caratteristiche strutturali e tessiturali ai fini della loro applicazione in campo professionale ed industriale. Applicare le conoscenze di base di mineralogia e petrografia alle problematiche di approvvigionamento di materie prime per l'edilizia, per l'industria lapidea ornamentale e per l'industria ceramica. Analisi dei principali distretti lapidei italiani e dell'area mediterranea. Affrontare i piani estrattivi di materiali coerenti ed inerti. Far acquisire agli studenti competenze sulle normative che regolano la certificazione dei geomateriali e le metodologie di analisi richieste. Analisi delle problematiche connesse al campionamento dei geomateriali.

Prerequisiti: Nessuno
Contenuti: Classificazione e certificazione mineralogico-petrografica e petrofisica dei materiali lapidei ornamentali, breve storia dell'estrazione, analisi delle problematiche delle aree estrattive e delle tecniche di lavorazione. Comparto lapideo italiano, analisi dei distretti lapidei nelle varie epoche storiche.Metodologie analitiche (metodi cromatografici, microscopia ottica, metodi fisici, spettroscopia atomica, spettrofotometria in riflessione, spettroscopia di fluorescenza, diffrattometria a raggi x da polveri (xrdp), microscopia elettronica a scansione (sem) ed analisi puntuali in microsonda a dispersione di energia (sem-eds), la spettrometria di massa con plasma induttivamente accoppiato (icp-ms), porosimetria a mercurio. morfologia dei minerali e descrizione dei caratteri struturali e tessiturali con osservazione macroscopica e con il microscopio ottico petrografico
Riferimenti bibliografici/Testi: dispense del docente
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
esami orali
Crediti Formativi:
12
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2011
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
SCIENZE E TECNOLOGIE PER AMBIENTE, NATURA E BENI CULTURALI

Petrografia delle pietre ornamentali e dei materiali litoidi

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Applicare le conoscenze di base di mineralogia e petrografia alle problematiche di approvvigionamento di materie prime per l'edilizia, per l'industria lapidea ornamentale e per l'industria ceramica. Analisi dei principali distretti lapidei italiani e dell'area mediterranea. Affrontare i piani estrattivi di materiali coerenti ed inerti. Far acquisire agli studenti competenze sulle normative che regolano la certificazione dei geomateriali e le metodologie di analisi richieste. Analisi delle problematiche connesse al campionamento dei geomateriali.
Prerequisiti: Conoscenze di chimica, fisica, mineralogia e petrografia.
Contenuti: Classificazione e certificazione mineralogico-petrografica e petrofisica dei materiali lapidei ornamentali, breve storia dell'estrazione, analisi delle problematiche delle aree estrattive e delle tecniche di lavorazione. Comparto lapideo italiano, analisi dei distretti lapidei nelle varie epoche storiche.Metodologie analitiche (metodi cromatografici, microscopia ottica, metodi fisici, spettroscopia atomica, spettrofotometria in riflessione, spettroscopia di fluorescenza, diffrattometria a raggi x da polveri (xrdp), microscopia elettronica a scansione (sem) ed analisi puntuali in microsonda a dispersione di energia (sem-eds), la spettrometria di massa con plasma induttivamente accoppiato (icp-ms), porosimetria a mercurio
Riferimenti bibliografici/Testi: "Il restauro della Pietra" Lazzaroni e Tabazsso. Casa editrice CEDAM - Padova "Pianeta pietra"Pietro Primavori 1999. Giorgi Zusi Editore, Verona.Appunti, materiale e schemi distribuiti durante il corso.
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
esami orali
Crediti Formativi:
3
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2010
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
http://www.unife.it/scienze/geologia/petrografia-pietre-ornamentali
Corsi di laurea:
SCIENZE GEOLOGICHE

Geocronologia e geochimica isotopica

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: acquisire le conoscenze di base della geochimica isotopica applicata aproblematiche archeometriche. Acquisire le conoscenze di base dei metodi di datazione relativa e isotopici e delle possibili applicazioni in campo archeologico e archeometrico. Utilizzo della geochimica isotopica nelle ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali. Analisi delle problematiche di campionamento e delle metodologie analitiche
Prerequisiti: Conoscenze di fisica, petrografia e chimica
Contenuti: Il corso illustra i metodi di campionatura e di analisi. Le applicazioni della geochimica isotopica nelle ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali. Vengono analizzati i principali metodi di datazione con particolare approfondimento sui metodi di datazione radiometrica. In particolare si approfondiranno gli utilizzi del frazionamento isotopico e disequilibrio (16O/18O, 34S/32S, 15N/14N, 13C/12C) in campo paloambientale Principali metodi di datazione radiometrica. Con particolare riferimento ai metodi del 40K/40Ar, 39Ar/40Ar; Uranio -Torio, 14C, Termoluminescenza, Tracce di fissione e la Risonanza Paramagnetica Elettronica (RPE)
Riferimenti bibliografici/Testi: Materiale didattico distribuito dal docente
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
esami orali
Crediti Formativi:
3
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2010
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
TECNOLOGIE PER I BENI CULTURALI

Petrografia applicata

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: acquisire le conoscenze di base della geochimica isotopica applicata aproblematiche archeometriche. Acquisire le conoscenze di base dei metodi di datazione relativa e isotopici e delle possibili applicazioni in campo archeologico e archeometrico. Utilizzo della geochimica isotopica nelle ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali. Analisi delle problematiche di campionamento e delle metodologie analitiche
Prerequisiti: Conoscenze di fisica, petrografia e chimica
Contenuti: Il corso illustra i metodi di campionatura e di analisi. Le applicazioni della geochimica isotopica nelle ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali. Vengono analizzati i principali metodi di datazione con particolare approfondimento sui metodi di datazione radiometrica. In particolare si approfondiranno gli utilizzi del frazionamento isotopico e disequilibrio (16O/18O, 34S/32S, 15N/14N, 13C/12C) in campo paloambientale Principali metodi di datazione radiometrica. Con particolare riferimento ai metodi del 40K/40Ar, 39Ar/40Ar; Uranio -Torio, 14C, Termoluminescenza, Tracce di fissione e la Risonanza Paramagnetica Elettronica (RPE)
Riferimenti bibliografici/Testi: Materiale didattico distribuito dal docente
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
esami orali
Crediti Formativi:
3
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2010
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
TECNOLOGIE PER I BENI CULTURALI

Petroarcheometria

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Far acquisire Competenze per affrontare le problematiche stroriche e conservativa dei beni culturali e identificazione delle aree di approvvigionamento. Affrontare le problematiche di degrado dei geomateriali identificandone sia i prodotti che le cause responsabili e di programmare i metodi di protezione, consolidamento e pulitura. Criteri di caratterizzazione dei materiali ceramici e ricostruzione delle tecnologia di produzione. Acquisire le competenze per lo studio delle tecniche pittoriche con particolare attenzione ai leganti e ai pigmenti pittorici. Problematiche dei cementi.
Prerequisiti: Conoscenze di chimica, fisica, mineralogia e petrografia.
Contenuti: Classificazione e certificazione mineralogico-petrografica e petrofisica dei materiali lapidei ornamentali, breve storia dell'estrazione, analisi delle problematiche delle aree estrattive e delle tecniche di lavorazione. Comparto lapideo italiano, analisi dei distretti lapidei nelle varie epoche storiche.Metodologie analitiche (metodi cromatografici, microscopia ottica, metodi fisici, spettroscopia atomica, spettrofotometria in riflessione, spettroscopia di fluorescenza, diffrattometria a raggi x da polveri (xrdp), microscopia elettronica a scansione (sem) ed analisi puntuali in microsonda a dispersione di energia (sem-eds), la spettrometria di massa con plasma induttivamente accoppiato (icp-ms), porosimetria a mercurio. Il degrado dei beni culturali analisi delle cause naturali o antropiche e delle reazioni chimico-fisiche legate alle varie tipologie di inquinanti. Croste nere e efflorescenze saline. Leganti: gesso, calci aeree, calci idrauliche, cementi, agglomerati cementitiI protettivi, la protezione di superfici lapidee e litoidi nel passato, oli essiccativi, le cere naturali, le resine naturali, la protezione attuale.I materiali ceramici e brevi cenni storici, classificazione dei prodotti ceramici, il processo produttivo, formulazione degli impasti, foggiatura, essiccamento, cotturaBrevi cenni storici e classificazione del vetro, le vetrate, le materie prime per la produzione del vetro. Il bronzo. Il colore dei materiali ornamentali e pigmenti pittorici e coloranti.
Riferimenti bibliografici/Testi: "Il restauro della Pietra" Lazzaroni e Tabazsso. Casa editrice CEDAM - Padova "scienza dei materiali e restauro" Ambroso e Camaiti 1997, Alinea editriceMaterie Prime Ceramiche Vol. 1?, 2?, 3?.Faenza ed..Appunti, materiale e schemi distribuiti durante il corso.
Modalita' Didattica:
lezione frontale ed esercitazioni
Tipo di Esame:
esami orali
Crediti Formativi:
3
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2008
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
SCIENZE GEOLOGICHE, GEORISORSE E TERRITORIO

Petrografia

Attivita formativa monodisciplinare

Obiettivi formativi: Il corso si propone di fornire una preparazione teorica sui fondamentali processi litogenetici delle rocce magmatiche, sedimentarie e metamorfiche. Si propone inoltre di fornire gli strumenti teorico-pratici necessari al riconoscimento macroscopico e microscopico dei principali minerali e tipi di rocce presenti in natura, nonche all'interpretazione delle loro caratteristiche ai fini della ricostruzione del loro ambiente di formazione.
Prerequisiti: chimica
Contenuti: I principali minerali costituenti le rocce. Si propone anche di illustrare iprincipi di base della Mineralogia e mette l'accento sulla differenza tra statocristallino ed amorfo per la comprensione del fenomeno della cristallizzazionedi solidi sia naturali che artificiali. I magmi e loro caratteristiche chimico-fisiche, rafreddamento e solidificazione. Differenziazione magmatica. Genesi dei magmi da fusione di mantello. Elementi di petrologia magmatica. Classificazione delle rocce magmatiche. Principali tipi di associazioni magmatiche in relazione agli ambienti geodinamici. Esercitazioni di riconoscimento macroscopico e microscopico dei principali tipi di rocce magmatiche.Concetto di metamorfismo. Fattori del metamorfismo: pressione e temperatura. Caratteristiche tessiturali delle roccemetamorfiche. Riconoscimento macroscopico e microscopico dei principali tipi di rocce metamorfiche.Origine dei sedimenti. Classificazione delle rocce sedimentarie carbonatiche e terrigene. Caratteristiche fisiche, tessiturali e dimensionali delle rocce sedimentarie. Composizione mineralogica delle rocce sedimentarie. Esercitazioni di riconoscimento macroscopico e microscopico dei principali tipi di rocce sedimentarie.
Riferimenti bibliografici/Testi: L. Morbidelli. Le Rocce e i loro costituenti, Bardi Editore, Roma, 2003
S. Bonatti, M. Franzini.Cristallografia Mineralogica. EdizioniBoringhieri.

Modalita' Didattica:
Lezioni teoriche/esercitazioni.
Tipo di Esame:
Esame scritto/orale.
Crediti Formativi:
6
Ultimo anno di effettuazione dell'insegnamento:
2008
Materiale didattico e ulteriori informazioni:
Indirizzo web mancante
Corsi di laurea:
TECNOLOGIE PER I BENI CULTURALI